ALTO CONTRASTO -a +A

Miopia e livello di istruzione

L’aumento della miopia nella popolazione è correlato al numero di anni trascorsi a scuola?

La comune miopia negli ultimi anni ha avuto una crescente diffusione in tutto il mondo, giungendo ad interessare circa il 42% dell’intera popolazione degli Stati Uniti e più dell’80% della popolazione di alcune aree asiatiche e diventando un problema sempre più importante sia sotto il profilo della salute sia sotto quello economico. Come è noto questo difetto di refrazione, oltre a essere la prima causa di cattiva visione, gioca un suo ruolo anche nell’ aumentare il rischio di sviluppare altre malattie dell’occhio, quali il distacco di retina, la degenerazione maculare miopica, la cataratta precoce e il glaucoma. Diversi studi hanno già rilevato una associazione tra miopia ed alcuni fattori ambientali quali il lavoro da vicino (come lettura o utilizzo di computer), il tipo di vita (in area rurale o in area urbana) e la educazione scolastica.
Lo studio di popolazione condotto da ricercatori tedeschi dell’University Medical Center di Mainz e pubblicato su Ophtalmology, la rivista scientifica dell’American Academy of Ophtalmology* ha dimostrato come alcuni fattori ambientali possano contare maggiormente di quelli genetici nel condizionare lo sviluppo della miopia.
Nella ricerca è stata indagata ulteriormente l’associazione tra lo sviluppo della miopia e il livello di istruzione; a tale scopo sono stati esaminati 4658 soggetti con miopia, di età compresa tra 35 e 74 anni , con l’esclusione di quelli che avevano subito interventi di chirurgia refrattiva o erano portatori di cataratta. I risultati della ricerca, conosciuti come Gutenberg Health Study, dimostrano che esiste uno stretto rapporto tra livelli di istruzione e frequenza di miopia. In effetti la prevalenza di miopia era pari al 24% nei soggetti sprovvisti di diploma di scuola superiore o di altra formazione, del 35% nei diplomati di scuola superiore o di istituto professionale e del 53% nei soggetti con diploma di laurea.
La prevalenza della miopia, inoltre, non risultava correlata solo al grado di istruzione raggiunto ma anche al numero complessivo di anni passati a scuola, con un peggioramento progressivo per ciascun anno di istruzione.
Sono stati inoltre esaminati gli effetti di 45 marcatori genetici sul grado di miopia dei singoli soggetti ed è stato rilevato come il loro ruolo sia stato decisamente inferiore nel determinarne la gravità rispetto a quello rivestito dal livello di istruzione.
Per ridurre la crescita del numero delle persone miopi l’”antidoto” potrebbe essere costituito dal far trascorrere agli studenti più tempo all’aria aperta, la cui efficacia preventiva sembrerebbe dimostrata da studi condotti su bambini danesi e asiatici.

Mirshahi A. et al. – Myopia and Level of Education. Results from the Gutenberg Study – DOI: 10.1016/j.ophta. 2014.04.017