ALTO CONTRASTO -a +A

Prevenzione del glaucoma ad angolo aperto

PREVENZIONE DEL GLAUCOMA AD ANGOLO APERTO
È opportuno lo screening della popolazione?

La malattia
Il “glaucoma ad angolo aperto” è la più comune causa di cecità irreversibile che interessa prevalentemente la popolazione più anziana: rara sotto i 40 anni, arriva a colpire fino al 10% della popolazione ultrasessantenne. La malattia ha un esordio insidioso e si aggrava progressivamente senza causare sintomi evidenti fino ad uno stadio molto avanzato in cui si comincia a perdere la visione centrale.

I principali fattori di rischio
I principali fattori di rischio segnalati sono l’età, la familiarità per glaucoma, la pressione arteriosa molto bassa, la miopia elevata, l’aumentata pressione dell’occhio.

I test diagnostici
I test per diagnosticare il glaucoma sono sostanzialmente costituiti dall’esame del nervo ottico, dalla misura della pressione oculare e dalla valutazione del campo visivo.

Come si può fare prevenzione?
Diagnosticare in tutta la popolazione al di sopra di una certa età la malattia in fase asintomatica in modo da effettuare la terapia specifica prima che si arrivi alla cecità è una sfida assai importante.
Allo scopo di valutare l’efficacia di uno screening di popolazione per ridurre il numero (prevalenza) e la gravità del danno del nervo ottico è stata condotta da parte della Cochrane Collaboration* una ricerca su 1360 studi pubblicati in sede internazionale.
Nessuno dei lavori aveva le caratteristiche richieste per permettere di esprimere un parere positivo sull’efficacia dell’applicazione di test di massa all’intera popolazione ai fini preventivi (giudizio di “prove insufficienti per raccomandare l’attuazione di screening di popolazione”).

Prematuro quindi fare screening nella popolazione: allora non fare niente
Molto comunque può essere fatto per migliorare nella popolazione anziana l’informazione su questa patologia e per incoraggiare le persone a rischio più elevato a sottoporsi ai test diagnostici specialistici.

http://summaries.cochrane.org/search/site/screening%20evidence