ALTO CONTRASTO -a +A

Le sfide sulla neve del Lions Club

Tutto pronto per i giochi che si terranno a San Martino a fine mese.
PRIMIERO. Il Lions Club Primiero San Martino è già all’opera per l’organizzazione della 38esima edizione dei Giochi Invernali Lions Open che si terranno a San Martino di Castrozza dal 31 gennaio al 2 febbraio prossimi: un fine settimana all’insegna dello sci nelle tre discipline alpino, nordico e snowboard; naturalmente ci sarà anche divertimento con i momenti di festa e soprattutto di solidarietà, segno di distinzione del Lions Club che come sempre sa essere vicino ai reali bisogni della società locale. Il ricavato delle iscrizioni e delle donazioni, infatti, sarà destinato all’acquisto di apparecchiature e arredi per la residenza “Le Vette”, centro di cure palliative dell’Ospedale di Feltre per l’assistenza ai malati terminal, centro che serve anche la popolazione del Primiero. C’è da ricordare anche che lo scorso anno il Lions di zona ha sostenuto il Premio Lions Trentino Neve dedicato ai migliori studenti atleti, andato alla giovane promessa del biathlon Tommaso Giacomel di Imer e il “Progetto Martina”, con l’intervento del dottor Stefano Camurri Piloni davanti agli studenti dell’Istituto comprensivo di Primiero che li ha coinvolti parlando di prevenzione e buone pratiche contro i tumori. Inoltre, il Lions ha voluto sensibilizzare turisti e valligiani sul significato di vivere senza il senso della vista, proponendo una giornata dal titolo “Il sapore del buio” con l'utilizzo del “Dark Of the Road Tiflosystem” e cioè un mezzo speciale, fornito dalla Cooperativa sociale Irifor di Trento, dove sono state proposte degustazioni al buio, servite da camerieri ciechi e ipovedenti; un rovesciamento dei tradizionali ruoli quindi tra riflessioni sul significato su come vivere senza il senso della vista e tra indicazioni su come cogliere il mondo circostante attraverso gli altri sensi. Infine, in collaborazione con il Decanato di Primiero, sono stati donati dei pacchi natalizi a realtà bisognose. A fine anno, il presidente della sezione, Edy Zagonel, ha consegnato i riconoscimenti Lions, arrivati dal Lions Clubs International, ai soci Claudio Lucian e Roberto Nava per le attività svolte nel corso delle loro presidenze; in particolare, Roberto Nava ha ricevuto il Premio del Centenario livello argento perché nel suo anno di presidenza 2016-2017 ha raggiunto gli obiettivi del Centenario, che sono: “coinvolgere i giovani, alleviare la fame, condividere la vista e proteggere l’ambiente”.
Nel corso dell’anno, invece, il Governatore Vincenzo Trevisiol ha voluto premiare Isidoro Loss per i suoi vent'anni di appartenenza al Lions Club Primiero San Martino di Castrozza. Infine è stato festeggiato anche un compleanno degno di nota, con una bella festa in compagnia e cioè quello dei 90 anni di Saverio Bancher, socio fondatore della sezione nata nel 1983. (r.b.)