ALTO CONTRASTO -a +A

Il «torball» è lo sport più diffuso tra i ciechi e gli ipovedenti ed è caratterizzato dall’uso di una palla sonora


Sabato 13 settembre presso la palestra del polo scolastico di Telve Valsugana si è tenuta la XX edizione del Torneo Internazionale di Torball A.P.C., organizzata dall’Associazione Progresso Ciechi di Borgo Valsugana e dalla Cooperativa Sociale IRIFOR del Trentino, alla quale hanno partecipato cinque squadre, tra cui anche la squadra GSD Non Vedenti Trento, fresca vincitrice della Coppa dei Campioni e del Mondo di Torball nonché detentrice del titolo di Campione d’Italia.
Il torball è lo sport più diffuso tra i ciechi e gli ipovedenti ed è caratterizzato dall’uso di una palla sonora.
Le due squadre in campo con tre giocatori hanno come obiettivo quello di fare goal nella porta avversaria, rispettando la regola per la quale i lanci devono passare al di sotto delle cordicelle dotate di campanelli che dividono il campo in settori.
La giornata ha registrato un’ottima affluenza di pubblico e ha visto sugli spalti anche l’Assessore provinciale alla cultura, cooperazione, sport e protezione civile, Mellarini.
Dopo aver portato il saluto del Presidente della Giunta provinciale a tutti i partecipanti, ha ricordato «l’importanza dello sport come elemento fondamentale per la crescita personale e sociale dell’individuo e come prezioso momento di coesione e aggregazione».
«Il Trentino– continua l’Assessore –dimostra sensibilità e apertura nella pratica sportiva rivolta ai disabili e la giunta da sempre esprime il proprio appoggio a questo movimento di atleti e società che si impegnano ottenendo ottimi risultati, anche a livello internazionale.»
Sono intervenuti anche la consigliera provinciale Chiara Vanzo e il sindaco di Telve Valsugana, Fabrizio Trentin, a ribadire l’importanza di manifestazioni come questa e l’appoggio da parte della pubblica amministrazione.
Il torneo si è chiuso con la vittoria della squadra di Monza, nella finale contro il Bolzano, e la premiazione di tutti gli atleti presenti con dei prodotti del territorio trentino.
Durante la giornata c’è stata una buona affluenza di pubblico e gli organizzatori si sono dichiarati molto soddisfatti per la buona riuscita della manifestazione in un clima di sportività e amicizia.
«Per noi – sostiene Ceccato, a nome di APC e IRIFOR – è un’ottima opportunità di sensibilizzazione, un momento per far conoscere questo sport per ciechi e ipovedenti anche al resto della popolazione.»