ALTO CONTRASTO -a +A

Il primo concerto al buio per i ragazzi del Bonporti

Il progetto. La serata è stata organizzata dall’AbC Irifor fra emozioni e scoperte.
TRENTO. Una sala gremita quella che, nella sede AbC Irifor, ha ospitato il concerto al buio dei ragazzi e delle ragazze del liceo musicale Bonporti di Trento. Gli studenti della 3A, 3B, 4A e 4B, diretti dai Maestri La Rosa e Miaroma, hanno regalato un’esecuzione di alta qualità conducendo il pubblico in un viaggio musicale nei secoli, grazie alla forza della voce come strumento in grado di avvolgere e coinvolgere gli ascoltatori. Inizialmente molto emozionati, alcuni probabilmente disorientati e sicuramente tutti ignari di cosa volesse dire cantare e suonare nell’oscurità più totale, i ragazzi e le ragazze sono state davvero eccezionali, dimostrando ancora una volta il potere della musica nell’abbattere le barriere. L’esperienza è stata condivisa con il pubblico, guidato da ciechi e camerieri a prendere posto per lo spettacolo. «Poco alla volta abbiamo iniziato a percepire la realtà circostante con gli altri sensi - raccontano alcuni ragazzi - e ci chiedevamo se anche il pubblico stesse vivendo le nostre stesse emozioni». Il direttore di AbC Irifor, Ferdinando Ceccato, si è dichiarato molto soddisfatto: «Già lo scorso anno avevamo incontrato alcuni ragazzi del Bonporti e oggi ci hanno davvero stupito. Nel buio c’è stato uno scambio reciproco tra noi e loro e ci hanno portato sensibilità e consapevolezza, merce preziosa di questi tempi».