ALTO CONTRASTO -a +A

CONSEGNATO DALL’UNIONE CIECHI NAZIONALE
IL PREMIO BRAILLE AL PRESIDENTE DELLAI

(tratto da “Uff. Stampa PaT” – 1 agosto 2012)

La cerimonia a Roma all’Auditorium Parco della Musica
Dall'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti - un universo di circa un milione e mezzo di persone - un importante riconoscimento al presidente della Provincia autonoma di Trento Lorenzo Dellai. Si tratta del premio Braille, consegnato ogni anno a personalità della politica e delle istituzioni, del mondo imprenditoriale, di quello dei media, distintesi per il loro impegno in favore dei ciechi. La cerimonia di consegna della diciassettesima edizione ha avuto luogo ieri sera all'Auditorium Parco della musica di Roma, nell'ambito, come di consueto, di una manifestazione che ha visto ospiti anche cantanti e musicisti di fama internazionale come Francesco Baccini, Eugenio Bennato, Eugenio Finardi, la Grande Orchestra Sinfonica di Udmurtia (Russia). L'intera manifestazione sarà trasmessa su Rai Uno in seconda serata giovedì 16 agosto.

"Per aver favorito costantemente il processo di integrazione dei ciechi trentini che hanno conosciuto la gioia delle pari opportunità"; con queste motivazioni l'Unione Ciechi e Ipovedenti italiana, presieduta da Tommaso Daniele, ha voluto assegnare quest'anno a Lorenzo Dellai uno dei cinque premi del 2012, una medaglia d'oro con il profilo di Louis Braille da un lato e dall'altro la scritta "Vinse il buio indicando ai ciechi le vie della cultura". Il tutto nell'ambito di una toccante manifestazione tenutasi a Roma, all'Auditorium Parco della Musica. Oltre a Dellai sono stati premiati la conduttrice radiofonica Enrica Bonaccorti, la scrittrice Amelia Impellizzeri, il gruppo di verifica dell’accessibilità dei siti web Osservatorio Siti Internet, la responsabile dell’Ufficio di Consulenza per le Persone Sordocieche Angelina Pimpinella, il giornalista televisivo Andrea Vianello.
"Sono molto orgoglioso di questo riconoscimento - ha detto Dellai - che giro subito in primo luogo al Trentino nel suo complesso, perché le pari opportunità per chi soffre di qualche disabilità sono una sfida che coinvolge tutti, e che giro in particolare all'Unione Ciechi e Ipovedenti, perché senza il suo stimolo e il suo instancabile impegno molto del cammino che abbiamo fatto in questi anni non sarebbe stato possibile."
Un cammino ancora difficile, specie in questo momento di crisi globale, come ricordato dal presidente nazionale Tommaso Daniele, soprattutto per quanto riguarda le opportunità offerte ai ciechi dal mondo del lavoro, giudicate altrettanto importanti delle tradizionali misure di welfare.
L’evento ha visto esibirsi Francesco Baccini, Eugenio Bennato, Eugenio Finardi, Ninni Gibboni, Antonello Rondi, Yasko e Massimo Tagliata, oltre alla Grande Orchestra Sinfonica di Udmurtia (Russia) diretti dal maestro Leonardo Quadrini. Fra un momento musicale e l'altro, la consegna dei premi. "Dellai, fin dai tempi in cui era sindaco di Trento, è sempre stato molto attento a tutte le richieste della categoria dei disabili visivi - sottolinea Ferdinando Ceccato, rappresentante dell'Unione Ciechi e Ipovedenti del Trentino - sostenendo con convinzione le nostre iniziative così come quelle della Cooperativa sociale IRIFOR, del Trentino Onlus e dell’associazione Progresso ciechi. Nel 2006 è diventato socio onorario dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, proprio a testimonianza di questo stretto rapporto di stima e della volontà da parte sua di abbattere ogni tipo di barriera architettonica, ma soprattutto sociale alla piena autonomia e integrazione nella comunità trentina dei disabili visivi.”
Queste le azioni più significative che la sezione trentina dell’Unione ha sottoposto all’esame di quella nazionale per l’assegnazione del Premio Braille:
- nel 1998, in qualità di sindaco della città di Trento, Dellai ha istituito la gratuità sul trasporto pubblico urbano di Trento per i non vedenti;
- nel 1999, in qualità di presidente della Giunta Provinciale, ha istituito la gratuità sul trasporto pubblico urbano ed extraurbano di tutta la Provincia di Trento per i non vedenti;
- nel 2003 ha istituito il servizio MuoverSi, per il trasporto individualizzato dei disabili trentini;
- nello stesso anno ha finanziato l’evento “Dialogo nel buio” che si è tenuto a Rovereto da dicembre 2003 all’aprile 2004 per la sensibilizzazione della cittadinanza alla disabilità visiva;
- ancora, nel 2003, tramite l’Assessorato all’Istruzione della Provincia Autonoma di Trento ha promosso il progetto (tuttora attivo) dell’I.Ri.Fo.R. del Trentino, per l’assistenza scolastica (dalla scuola materna alla scuola superiore) degli studenti non vedenti e ipovedenti sul territorio provinciale tramite le figure dei facilitatori della comunicazione e dell’integrazione scolastica e dei lettori a domicilio;
- dal 2003 al 2005 ha sostenuto l’inserimento della figura dell’assistente sociale all’interno della Sezione provinciale dell’Unione;
- nel 2008 ha finanziato l’acquisto della sede della Cooperativa Sociale IRIFOR del Trentino Onlus in Via della Malvasia nonché di tute le attrezzature del Centro di prevenzione e riabilitazione visiva;
- nel 2011 ha sostenuto l’acquisto dell’Unità Mobile Oftalmica della Cooperativa Sociale IRIFOR del Trentino Onlus.