ALTO CONTRASTO -a +A

Un Natale alla scoperta dei sensi

Educazione. Non vedenti e ipovedenti, l'iniziativa in piazza
Primo appuntamento natalizio dedicato ai più piccoli, nell'intento di renderli più vicini e consapevoli riguardo al mondo dei non vedenti ed ipovedenti. "Alla scoperta dei nostri sensi", iniziativa curata dalla Cooperativa sociale IRIFOR del Trentino, ha accolto nella casetta di Babbo Natale in piazza Duomo oltre 50 bambini, suddivisi in turni di circa mezzora. "A bambini e ragazzi - ha spiegato la coordinatrice di IRIFOR Irene Matassoni - viene offerta la possibilità di cimentarsi in esperienze sensoriali di varia natura, chiaramente presentate sotto forma di gioco". Una volta bendati, infatti, i giovani partecipanti sono stati invitati ad identificare vari oggetti attraverso la loro esplorazione tattile: dal pelo di consiglio alle piume di uccello. Mentre per quanto riguarda il riconoscimento di essenza di cannella e chiodi di garofano, di vaniglia oppure di origano, ai partecipanti è stato chiesto uno sforzo olfattivo. Non è mancato nemmeno il gusto (o meglio per rimanere in età scolare la golosissima merenda), attraverso l'assaggio di biscotti e pietanze tipiche trentine preparati dall'associazione Donne in campo. "Ciascun gruppo di ragazzi "al buio" - ha proseguito - viene coinvolto nella lettura della fiaba natalizia "Quando Babbo Natale imparò a leggere in Braille", corredata da un accompagnamento sonoro fatto con voci e rumori". A divertire parecchio i piccoli è stata anche la possibilità di realizzare bigliettini di auguri "tattili" a partire da materiali di diversa consistenza e ruvidità (carta vellutata, carta pesta), decorati con adesivi e brillantini. "Si è dimostrata senza dubbio molto arricchente e formativa - ha concluso Matassoni - l'esperienza diretta con la scrittura Braille: non capita certo di frequente di leggere con le dita". Gli appuntamenti con il laboratorio sensoriale proseguono anche nelle giornate di mercoledì 7 e 14 dicembre, sempre dalle 15 alle 17.45.
(F.Sar.)