ALTO CONTRASTO -a +A

Glaucoma, la prevenzione passa dai Lions

Riva, cinquanta persone si sono sottoposte alle visite gratuite nel camper allestito in piazza Cavour

Una cinquantina di persone hanno varcato per tutta la giornata di sabato la porta dello speciale camper che ha fatto tappa in pazza Cavour a Riva. Un camper rosso, che all’interno ospita un ambulatorio di oculistica attrezzato di tutto punto per l’attività di prevenzione promossa dal Lions Club di Riva e Arco, ieri rappresentato dal presidente Franco Gamba e dal vice Mario Armani.

L’ambulatorio viaggiante (tecnicamente Unità mobile oftalmica, affittato dalla cooperativa Irifor di Trento) ha ospitato per tutta la giornata il dottor Mario Bianco, oculista dell’Azienda sanitaria e socio del Lions Club, che si è messo a disposizione a titolo volontario per effettuare lo screening gratuito sulla popolazione.

“Questo tipo di attività preventiva – spiega il medico – è utile soprattutto per la diagnosi del glaucoma, una patologia asintomatica che colpisce il 3% della popolazione, in prevalenza gli anziani: quando si manifesta è già in una fase terminale, e a quel punto i danni sono irreversibili. Una diagnosi precoce permette di intervenire e, almeno, di limitare il danno”. Anche sabato il dottor Bianco ha individuato una persona a rischio e ha consigliato la visita specialistica in ospedale. La risposta della popolazione ieri è stata notevole, ma il successo dell’iniziativa si è manifestato ancora di più nelle zone di periferia.

Nei giorni scorsi, infatti, il camper rosso ha fatto tappa in val di Ledro, dove tantissime persone (grazie anche ad un efficientissimo passaparola fra paesani) si sono sottoposte alla visita, al punto che l’attività preventiva si è conclusa solamente in tarda serata, intorno alle 21, ben oltre l’orario inizialmente preventivato.