ALTO CONTRASTO -a +A

Per la nazionale di volley incontro al “Bar al buio”

(tratto da “L’Adige” – 6 agosto 2014)

Cavalese. Gli azzurri sono in ritiro fino al 27 agosto. L’altra sera hanno partecipato all’iniziativa promossa dall’IRIFOR
Continua il sostegno ad iniziative sociali del territorio da parte della nazionale italiana di volley, in ritiro a Cavalese fino al 27 agosto. Lunedì i giocatori sono stati avventori del “Bar al buio”, allestito sulla roulotte “Dark on the road – Il sapore del buio” della cooperativa sociale IRIFOR del Trentino, che si occupa di riabilitazione ed assistenza ai non vedenti. Gli azzurri si sono fatti guidare dagli abili baristi, ciechi o ipovedenti, che li hanno accompagnati nell’oscurità a raggiungere il loro tavolo ed hanno servito loro da bere.
È la prima volta che la roulotte fa tappa in val di Fiemme, ma nel corso dell’estate ci sono già stati tanti momenti di contatto tra IRIFOR e il mondo dello sport: quest’importante iniziativa di sensibilizzazione è stata infatti proposta in occasione di molti ritiri di squadre italiane e straniere, ottenendo sempre ottimi riscontri. Da tempo, grazie all’interessamento del vice sindaco ed insegnante di religione Michele Malfer, i ragazzi dell’istituto “La Rosa Bianca” sono venuti a contatto con la realtà dei ciechi ed ipovedenti ed hanno partecipato ad altre iniziative della cooperativa sociale rivolte alle scuole, anche con trasferte a Trento per partecipare ad eventi appositamente progettati per gli studenti.
Il ritiro del volley azzurro in Fiemme, dove i ragazzi di mister Berruto stanno preparando i mondiali che prenderanno il via il 30 agosto in Polonia, è scandito dalla partecipazione dei giocatori a tante iniziative di carattere sociale, grazie alla disponibilità del manager Stefano Sciascia. Proprio in questi giorni i giocatori avranno un incontro con i bambini di Cavalese, mentre l’incasso delle tre partite amichevoli fissate per il 19, 23 e 24 agosto sarà devoluto in beneficenza.
(B.D.)