ALTO CONTRASTO -a +A

Un modo speciale di far vivere il museo a visitatori speciali

A partire dal mese di luglio, il MUSE avvia le speciali visite guidate LIS (linguaggio italiano dei segni) e percorsi tattili per non vedenti

Per far comprendere esattamente ai giornalisti che cosa stava facendo il Muse per i disabili e in particolare ai non vedenti, l’Ufficio Stampa del museo ha organizzato una performance singolare.
Ha bendato tre giornalisti e li ha istruiti esattamente come si fa con i non vedenti.
Un’esperienza importante, che dà certamente l’idea del disagio che possa provare chi non vede.

Nel rispetto della cultura dell'accoglienza e dell'accessibilità, il MUSE propone due nuove possibilità per consentire a tutti di apprezzare la bellezza della sua struttura e i suoi contenuti: due speciali visite guidate rivolte ai non udenti e non vedenti che saranno attivate dall’inizio di luglio.
Le proposte sono state sviluppate in collaborazione con IRIFOR del Trentino e l’associazione Abc Onlus.
Le visite guidate, sempre su prenotazione, saranno svolte sia in giornate prestabilite che su richiesta e prevedono un numero limitato di partecipanti.
Per garantire un adeguato svolgimento della visita, il MUSE ha formato circa venti operatori sui temi della disabilità visiva e uditiva; ha sviluppato alcuni percorsi di visita tattile e condotto alcune esercitazioni di esplorazione tattile per il personale.

Le proposte al MUSE

Non udenti.

Per quanto riguarda le visite con interprete LIS rivolte ai non udenti, sono in programma il primo sabato del mese alle 11 e il terzo martedì del mese alle 15 e prevedono la presenza di un interprete LIS (lingua italiana dei segni).
La prenotazione andrà effettuata almeno 1 settimana prima della data di visita, tempistica che raddoppia (15 giorni) per le visite a richiesta negli altri giorni della settimana.
A diposizione degli utenti un percorso sulla storia ed evoluzione della vita, sulla natura alpina e sulla serra tropicale.
A richiesta sarà possibile usufruire anche di un particolare approfondimento su forma, materia ed energia.

Non vedenti.
Le visite rivolte ai non vedenti, sono in programma il primo martedì del mese alle 15 e il terzo sabato del mese alle 11, presentandosi direttamente al MUSE.
Per garantire una migliore accoglienza, è comunque caldamente consigliata la prenotazione.
Negli altri giorni per accedere al servizio è necessario prenotare la visita almeno 2 settimane prima della data, per verificarne la disponibilità. I percorsi proposti riguardano la serra tropicale, i piani che raccontano l’ambiente glaciale, il bosco e la nascita delle Dolomiti, affrontata dal punto di vista geologico.
A richiesta sarà possibile usufruire anche di un percorso generico sulla struttura del museo.
La fruibilità dei contenuti sarà garantita da esplorazioni tattili guidate dal personale del MUSE, appositamente formato.
Per l’occasione sono stati scelti alcuni reperti originali e alcune ricostruzioni dell’esposizione permanente e, a supporto dell’esperienza, vengono utilizzati altri materiali e reperti preparati ad hoc.

Informazioni utili.
I non vedenti in visita accompagnati da cane guida (con pettorina e guinzaglio regolamentare) possono introdurre l’animale in museo.
Per prenotare: t. 848 004 848 (solo scatto alla risposta), oppure 0461 22 85 02 (costo telefonata urbana), fax +39 0461 270 385 specificare oggetto: visita integrata - email:prenotazioni@muse.it
L’ingresso per disabile e accompagnatore è gratuito, la visita guidata è a pagamento.

Le proposte nelle sedi territoriali

in collaborazione con IRIFOR del Trentino.
Alcune iniziative dedicate ai disabili visivi sono sviluppate anche nelle sedi territoriali del Giardino Botanico Alpino alle Viote del Monte Bondone, dove venerdì 8 agosto dalle 9.30 alle 18.00 si terrà «Conoscere le piante al buio», una speciale giornata per scoprire le piante con la guida dei non vedenti.
Per l’intera giornata sarà a disposizione del pubblico il «Bar al buio» per assaggiare, nella più completa oscurità, cibi e bevande a base di erbe.
Sabato 12 luglio e sabato 9 agosto, alle 15.00, saranno inoltre possibili visite guidate da programma e su prenotazione al percorso geologico tattile con l’iniziativa Il mondo raccontato dalle rocce.
Il Museo Geologico delle Dolomiti a Predazzo, in collaborazione con Sportabili Predazzo, propone attività fruibili anche ai diversamente abili, tra le quali visite guidate, laboratori didattici ed escursioni sul territorio.
Quest'anno, inoltre, il museo ha ideato 5 itinerari geoturistici tra la Valle di Fiemme e la Valle di Travignolo, che verranno svolti in collaborazione con Accompagnatori di territorio Trentino e Sentieri in Compagnia.
Gli accompagnatori per questa iniziativa hanno ricevuto le nozioni base per all'accompagnamento di persone non vedenti e gli itinerari proposti sono accessibili a disabili sensoriali.
Tra gli itinerari proposti «Geologia a spas par Pardàc» dedicato alla geologia urbana nel centro storico di Predazzo è inoltre accessibile anche a disabili motori, passeggini ed anziani.
L’attività si svolge ogni sabato dalle 10.00 alle 12.00.