ALTO CONTRASTO -a +A

Malattie della vista, una giornata per la prevenzione

È stata decisamente gradita la “Giornata Mondiale della Vista” ieri, nella quale era possibile farsi visitare gratuitamente all’interno del centro mobile parcheggiato in via Belenzani dove quasi cinquanta cittadini si sono fatti controllare la pressione oculare e la retina.
Molto spesso la malattia agli occhi è subdola, tanto da manifestarsi solo quando ha raggiunto uno stato irreversibile: «Il glaucoma è chiamato anche ladro silenzioso della vista – sottolinea il dottor Mauro De Concini – perché quando si manifesta ha ormai compromesso la vista stessa». I disturbi più gravi si manifestano nelle fase estreme della vita.
I bambini – il 4per cento anche in Trentino – vengono colpiti dall’ambliopia, un disturbo visivo che se non curato entro i sei anni diventa cronico. Si tratta di una patologia individuale solo con la prevenzione che può essere favorita da un lieve strabismo. Un altro disturbo diffuso è la retinopatia diabetica che ha come soggetti a rischio chi ha il diabete da più di vent’anni e questo può voler dire che ad esserne interessante possono essere persone ancora in età lavorativa. Il disturbo invece degli ultrasettantenni è la maculopatia e proprio per aiutare sia questi ammalati che le loro famiglie è stata costituita a Trento, la cooperativa Irifor che ha collaborato all’organizzazione, della giornata di prevenzione, utilizzato il gazebo di via Belenzani anche per raccogliere nuovi iscritti.
«Lo scopo di giornate come queste – conclude il dottor De Concini – è quello di sensibilizzare la prevenzione. Per la vista ci vuole un “occhio di riguardo”».