ALTO CONTRASTO -a +A

Facciamoci vedere

“Facciamoci vedere: dall'intuizione all'inclusione” è il titolo della mostra allestita a Chianciano per raccontare il viaggio associativo che ha portato l'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti al compimento dei 95 anni dalla sua fondazione.
Come simbolo dell'iniziativa si è scelto di utilizzare l'iconografia di Apollo e Dafne, che implicitamente ricorda il mondo che si può sfiorare, esplorare e infine amare.
La mostra, che ha ottenuto il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Chianciano Terme, è stata allestita presso Villa Simoneschi, antico edificio padronale situato nelle immediate vicinanze del centro storico di Chianciano e ha visto una folta partecipazione di pubblico nei due giorni di apertura (6 e 7 novembre, in contemporanea ai lavori del XXIII Congresso nazionale dell'Unione).
Il percorso, partendo dall'intuizione del fondatore dell'Unione Aurelio Nicolodi, che nel 1920 diede vita al sogno rivoluzionario di “emancipare tutti i ciechi d'Italia”, ha messo in mostra l'evoluzione delle tecnologie utilizzate quotidianamente dai disabili visivi, fino ad arrivare ai giorni nostri e al quotidiano cammino verso l'inclusione.
L'Unione ha infatti voluto far vedere le migliori idee, le iniziative attivate sui territori e le esperienze progettuali più efficaci, affinché possano diventare bene comune e patrimonio condiviso all'interno dell'associazione.
L'idea di organizzare questa EXPO dell'Unione nasceva proprio dalla volontà di condividere le buone prassi associative attuate dai singoli territori e dall'opportunità di fornire ai dirigenti una panoramica di informazioni utili per orientare con maggiore consapevolezza l'attività associativa dei prossimi cinque anni. L'iniziativa era rivolata a tutti i Consigli Regionali dell'Unione che, in collaborazione con le sezioni di riferimento, hanno selezionato il materiale e/o le tecnologie esposte negli stand. Le regioni hanno partecipato con brochure, cartellonistica, oggetti rappresentativi delle attività svolte quotidianamente, foto e video, documenti e quanto altro necessario per ben rappresentare aspetti significativi della propria realtà regionale.
L'Unione ha istituito un premio in denaro da destinare al migliore stand per l'originalità dei materiali, l'accessibilità degli stessi e la qualità delle iniziative territoriali in corso o da poco concluse. La giuria, composta dai Presidenti degli Istituti per Ciechi presenti a Chianciano, ha attribuito il premio allo stand allestito dal Consiglio regionale della Toscana.
Inaugurata dall'Assessore alla cultura Danila Piccinelli, la mostra “Facciamoci vedere” ha aperto le porte nella giornata di sabato alle scuole elementari e medie di Chianciano.
“Facciamoci vedere voleva essere un invito ad aprirsi alla società – grazie alla condivisione delle buone pratiche e alla diffusione delle conoscenze. Voglio ringraziare il Sindaco di Chianciano Terme, Andrea Marchetti, che ha sostenuto il progetto e ne ha agevolato l'organizzazione. Un grazie anche agli enti che, insieme ai Consigli regionali, hanno partecipato alla mostra, tra i quali ricordo la Biblioteca per i Ciechi Regina Margherita di Monza, l'IRIFOR, la Federazione Nazionale delle Istituzioni pro Ciechi e l'UNIVOC”.
Nelle immediate vicinanze della Villa erano operativi anche il Bar al buio della Cooperativa IRIFOR del Trentino e il Polo tattile itinerante della Stamperia regionale Braille della Sicilia.