ALTO CONTRASTO -a +A

Sentieri didattici naturalistici con una marcia in più

(tratto da “Sesto Senso” – giugno 2013)

Il principio di cultura aperta a tutti ha permesso la realizzazione di percorsi didattici naturalistici in Trentino-Alto Adige accessibili anche ai non vedenti, alcuni percorribili dalle carrozzine. Di seguito vengono descritti in dettaglio.
La Natura parla con tutti
Il sentiero è adiacente al campo sportivo di Brentonico, lungo circa 900 metri, a ferro di cavallo, segue in parte una strada secondaria asfaltata. All’inizio c’è una mappa tattile del sentiero. Ha pannelli in Braille con ricostruzioni di animali, piante e orografia dell’ambiente circostante. Il percorso è facilitato da una corda guida e panchine con tavoli ed è percorribile anche dalle carrozzine. In parte il sentiero attraversa gli alberi. Realizzato dal Comune di Brentonico.
Biotopo di Roncegno
Si trova nei pressi dell’area sportiva di Roncegno in Valsugana. È un percorso che si snoda all’interno di un’area protetta con alto valore naturalistico. È una zona umida con corsi d’acqua e acquitrini luogo ideale per anfibi e piante come ontani e robinie. Il sentiero è sterrato, largo, facilitato dalla corda guida e da steccati. È percorribile anche dalle carrozzine. Ci sono pannelli didascalici in Braille e vetroresine che riproducono fedelmente animali e piante dell’area. Il percorso è collegato alla ciclopedonale che raggiunge il centro di Borgo Valsugana. Realizzato da Provincia Autonoma di Trento.
La geologia a portata di mano
In Bondone località Viote, in un’area di circa 400 metri quadri è stato creato un mini Trentino attraverso le rocce. All’interno si snoda un sentiero tattilo-plantare con pannelli in Braille, mappe in rilievo e una guida al tatto che aiutano a conoscere la geologia della Provincia di Trento. Sono disponibili gratuitamente delle audioguide. Al percorso è associato un catalogo cartaceo (nero, Braille) e audio. Il percorso verrà reso percorribile anche dalle carrozzine. Il sentiero si trova in un’area svago vicino ad un parcheggio e a rifugi. Realizzato da Museo delle Scienze Trento.
Il Giardino dei Sensi
È adiacente all’edificio della Fondazione S. Vigilio ad Ossana in Val di Sole. È un percorso tattilo-plantare ad anello di circa 350 metri, facilitato da corda guida e steccato. Percorrendolo si possono scoprire piante aromatiche, curiosità storico-artistiche della zona e personaggi fiabeschi che abitano i boschi. Si trova nei pressi del centro del paese. Realizzato da Provincia Autonoma di Trento.
Sentiero natura di Zannes
Si trova alla fine della Val di Funes in Alto Adige a quota 1500 metri. È vicino ad un ampio parcheggio e a malghe dove è possibile mangiare. Il percorso è ad anello lungo circa 3 kilometri su sentiero largo sterrato percorribile anche dalle carrozzine. Ha diverse postazioni che spiegano gli aspetti naturalistici del Parco Naturale Puez-Odle. Da segnalare la ricostruzione di una calcara. Realizzato da Provincia Autonoma di Bolzano ripartizione Parchi Naturali.
Postazione tattile Tre Cime di Lavaredo
In Val di Landro in Alto Adige, valle che collega Dobbiaco a Cortina, è stata realizzata una postazione tattile che riproduce le Tre Cime di Lavaredo e le famose vie alpinistiche con descrizioni in Braille italiano e tedesco. La postazione si trova in prossimità di un parcheggio con servizi igienici, ristorante ed è un punto di partenza per numerose passeggiate ed escursioni. Realizzato da Provincia Autonoma di Bolzano ripartizione Parchi Naturali.
Per informazioni Rossana Todesco
rossana.todesco@mtsn.tn.it
(Rossana Todesco)