ALTO CONTRASTO -a +A

Assicurazioni – L’IRIFOR ha scelto i servizi GGA

(tratto da “La Finestra” – novembre 2013)

Forse per il semplice fatto che le buone notizie non fanno quasi mai notizia, capita spesso di vedere iniziative e realtà socialmente utili passare pressoché sotto silenzio, benché svolgano a favore della collettività un servizio che può definirsi un vero fiore all’occhiello.
Così forse pochi conoscono l’IRIFOR del Trentino, cooperativa sociale onlus di Trento, fondata nel 2008 dall’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti – Sezione di Trento, con lo scopo dichiarato di incrementare la capacità di controllo dell’individuo sulla sua salute e sulla gestione della disabilità, nonché di garantire all’utente e al contesto familiare, scolastico, lavorativo e sociosanitario un approccio globale ed interdisciplinare fondato sul lavoro di equipe e di rete.
“L’idea di partenza – sottolinea Ferdinando Ceccato, Presidente di IRIFOR – è stata quella di realizzare un Centro di Prevenzione e Riabilitazione visiva che nel 2011 ha portato all’inaugurazione della sede di via della Malvasia a Trento, realizzata in modo da favorire il miglior utilizzo da parte delle persone ipovedenti, attraverso la scelta di opportuni colori e la disposizione dei locali che rende agevole il loro accesso e utilizzo.
Inoltre il Centro di Prevenzione e Riabilitazione è dotato di ampia reception, due ambulatori oculistici e due ambulatori ortottici, ambulatorio psicologico, palestra riabilitativa, vasca idroterapica, ausilioteca (dove l’utente può imparare ad utilizzare presidi e ausili), una sala polivalente e due sale convegni, utilizzabili anche da persone esterne”.
Nel caso di invio da parte del Servizio Sanitario Nazionale, la prestazione è gratuita, con esenzione o pagamento del ticket, mentre se l’utente accede direttamente, senza prescrizione sanitaria, la prestazione è a pagamento.
“Un vanto per tutto il Trentino – sottolinea con soddisfazione il Presidente Ceccato – è il servizio che IRIFOR è in grado di offrire in modo ineccepibile per l’assistenza scolastica. Un servizio che si differenzia dalle altre regioni, poiché con IRIFOR abbiamo la figura del “Facilitatore della comunicazione e dell’integrazione scolastica” che, con la presenza anche di una psicologa e tre coordinatori che sono di supporto per un lavoro ottimale, affianca gli studenti non vedenti e ipovedenti con competenze specifiche relative alla disabilità visiva. Sono circa 70 i ragazzi ciechi e ipovedenti che vengono seguiti dalla scuola materna alle superiori e che possono contare su una figura di riferimento durante il percorso scolastico e sulla garanzia di continuità fornita dall’equipe di IRIFOR”.
Un altro servizio di cui la Cooperativa IRIFOR va molto fiera è il trasporto disabili, indispensabile per garantire un’autonomia anche di spostamento, per motivi lavorativi, scolastici e sociali. “Inoltre – continua il Presidente Ceccato – puntiamo molto alla prevenzione e alla sensibilizzazione della comunità attraverso l’unità mobile attrezzata con ambulatorio oculistico che – in collaborazione con i Lions distretto TA 108 di Trento, Verona, Bolzano e Vicenza e con i circoli anziani di zona – organizza degli appuntamenti nei vari paesi per effettuare visite oculistiche gratuite preventive alle persone”.
In Valsugana un’iniziativa molto originale e assai piacevole per far comprendere questa particolare realtà sono le Cene al Buio che da anni vengono periodicamente proposte. “Si tratta di cene – spiega Ceccato – che vengono servite da non vedenti, in un ambiente completamente al buio e che attirano da tutto il Triveneto le persone che desiderano fare questo tipo di esperienza. Così si può provare di persona cosa significhi utilizzare gli altri sensi, l’olfatto, il tatto, l’udito, il gusto… Non essendo condizionati dai colori e dalla presentazione del piatto si assapora il cibo in modo diverso. Si capisce, inoltre, che anche una persona non vedente può essere autonoma e muoversi con disinvoltura come chi ci sta servendo la cena. Vengono organizzati anche bar al buio e concerti al buio; inoltre da quest’anno è funzionante anche “Dark on the Road”, una maxiroulotte allestita a bar al buio itinerante che permette di portare quest’esperienza sul territorio provinciale e oltre”.
IRIFOR collabora anche con l’Associazione Progresso Ciechi di Borgo Valsugana che dal 1991 si occupa di stampare ogni genere di testi (sia in Braille che ingranditi) per i ciechi e gli ipovedenti di tutt’Italia.
Come si vede IRIFOR è una realtà molto complessa sia dal punto di vista gestionale che amministrativo. Pertanto, quando si è trattato di richiedere una panoramica professionale del piano di valutazione dei rischi, fra le molte compagnie assicurative IRIFOR ha scelto i servizi e la professionalità di GGA, Gruppo Gestioni Assicurative.
Per GGA si tratta indubbiamente di un notevole impegno e di una grande responsabilità offrire la copertura assicurativa dei rischi di IRIFOR, ma al tempo stesso avere nel proprio portafogli clienti una realtà complessa come il Centro di Prevenzione e Riabilitazione del Trentino per i non vedenti e ipovedenti rappresenta senz’altro un fiore all’occhiello, nonché l’ennesima possibilità per dimostrare la veridicità e l’efficacia del motto con cui GGA si presenta: “il cliente è al centro dell’attenzione”.