ALTO CONTRASTO -a +A

ORIZZONTE CHECK-UP

Alcune iniziative delle Sezioni locali dell’Uici con la IAPB Italia onlus per la Giornata mondiale della vista.
Le giornate di Trento
È stato un autunno intenso quello che ha visto la Cooperativa IRIFOR del Trentino, impiegata in numerose campagne di prevenzione delle malattie della vista, in collaborazione con IAPB Italia onlus, La sezione italiana dell’Agenzia Internazionale per la Prevenzione della Cecità.
La Cooperativa Sociale IRIFOR del Trentino Onlus ha organizzato, in occasione della Giornata mondiale della vista, lo scorso 85 ottobre 2015, un gazebo informativo nel centro di Trento, con la presenza dell’Unità Mobile Oftalmica, un camper adibito ad ambulatorio oculistico itinerante, a bordo del quale l’équipe formata dall’oculista e dall’ortottista di IRIFOR ha offerto alla popolazione screening visivi gratuiti relativamente alla principali patologie visive dell’età adulta.
Al gazebo informativo erano presenti anche i volontari del Servizio Civile della Cooperativa IRIFOR, che fornivano informazioni più dettagliate relative alla Giornata e alle patologie visive. I ragazzi hanno, inoltre, distribuito il materiale informativo appositamente prodotto e fornito da IAPB Italia onlus e altro materiale della Cooperativa IRIFOR e delle sue attività di informazione e prevenzione nelle vie del centro in occasione del mercato cittadino.
Nell’arco dell’intera giornata sono state effettuate 51 visite relative alla prevenzione delle principali patologie visive legate all’età adulta, tra cui la degenerazione maculare, il glaucoma, la retinopatia diabetica e la cataratta. Ben 42 persone sono state indirizzate ad un ulteriore controllo oculistico più approfondito, a dimostrazione del fondamentale ruolo che la prevenzione visiva deve svolgere ogni giorno nella società. In serata è stata organizzata, presso la sala Rossa della Cooperativa IRIFOR di Trento, una conferenza informativa alla quale hanno preso parte circa settanta persone per ascoltare l’intervento degli specialisti di IRIFOR, che hanno presentata le principali patologie visive, le loro conseguenze nella vita quotidiana e soprattutto il ruolo fondamentale della prevenzione. Il 24 ottobre, invece, la Cooperativa, insieme alla sezione di Trento dell’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti e IAPB Italia onlus, ha istituito la Prima Giornata provinciale dell’Ipovedente, con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione sulla delicata rematica delle persone, appunto, ipovedenti.
Era presente l’Unità Mobile Oftalmica della Cooperativa, il camper attrezzato ad ambulatorio oculistico itinerante, che ha offerto screening visivi gratuiti. La piazza centrale di Trento ha ospitato anche il Dark on the Road, una roulotte adibita a bar al buio, per regalare alla popolazione l’esperienza di sorseggiare una bevanda nell’oscurità, sotto la guida di camerieri ciechi e ipovedenti alla scoperta della disabilità visiva e alla riscoperta del potere degli altri sensi. E’ stato inoltre predisposto un breve percorso aperto al pubblico da svolgere con l’ausilio del bastone bianco, utilizzando degli occhiali speciali che simulano le diverse patologie visive e permettono di capire quali difficoltà si trova quotidianamente a dover affrontare un ipovedente. All’interno del gazebo presente in piazza, è stato infine distribuito materiale informativo, fornito dalle realtà trentine e dalla IAPB Italia onlus.
“Si tratta di una giornata che abbiamo deciso di dedicare all’ipovedente – ha dichiarato il presidente IRIFOR Ferdinando Ceccato – poiché la società spesso non conosce queste patologie, che permettono di fare alcune cose ma ne precludono altre. Mettersi nei panni di chi vive tutti i giorni in questa condizione è utile a far capire molte cose”.
Anche Dario Trentini, presidente dell’UICI di Trento, ha spiegato come quest’iniziative sia davvero importante: “Rappresentiamo l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti e sentiamo forte l’esigenza di far conoscere l’ipovisione, nelle sue infinite forme e con le sue peculiarità per trasmettere informazioni e permettere ai partecipanti di guardare oltre alla disabilità per comprendere davvero la persona ipovedente”.
Il 14 novembre, infine, IRIFOR era presente in Via Belenzani, nel centro di Trento, con l’Unità Mobile oftalmica, in collaborazione con la IAPB Italia onlus, per la prevenzione della retinite diabetica, una malattia oculare purtroppo molto diffusa, a causa dei troppi zuccheri presenti nel sangue. Il diabete, infatti, se non diagnosticato in tempo può causare danni molto gravi anche alla retina. Nell’arco della giornata sono stati offerti alla popolazione screening visivi gratuiti ed è stato distribuito, all’interno del gazebo, materiale informativo relativo a questa patologia visiva e alle altre principali patologie visive. In conclusione. “si scrive Unità Mobile Oftalmica, si legge attenzione, prevenzione e cura”.