ALTO CONTRASTO -a +A

Cooperativa IRIFOR del Trentino
L’assemblea dei soci

(tratto da “Sesto senso” – settembre 2014)

L’incontro si è tenuto nel pomeriggio del 29 aprile alla presenza di un nutrito numero di associati. I lavori, aperti dall’intervento del Presidente Ferdinando Ceccato, si sono divisi in un primo momento con la lettura delle relazioni sull’attività svolta nell’anno 2013 e in una seconda fase di analisi dei documenti inerenti la situazione economica. Da quanto esposto in maniera piuttosto dettagliata risulta chiaro come la Cooperativa abbia accresciuto e sviluppato la propria attività. Fra gli argomenti trattati ricordiamo le visite effettuate presso il Centro di Riabilitazione visiva e tramite l’Unità Mobile Oftalmica, la nascita del sito web della Cooperativa (www.irifor.it) , le cene, il bar ed i concerti al buio, il progetto scuola con l’attività di sostegno agli studenti ed i corsi per facilitatori e lettori, il convegno IRIFOR 10.0 sull’assistenza scolastica e l’IRIFOR Camp, importante momento di socializzazione e crescita per i bambini e ragazzi.
È stato inoltre rinnovato il consiglio di Amministrazione il quale risulta ora così composto: Lorenzo Andreatta, Luciana Brida, Ferdinando Ceccato, Fernando Cioffi, Maurizio Ratti, Dario Trentini.
Uno spazio successivo è stato dedicato all’esposizione di alcune prospettive d’impegno. In particolare il Presidente ha illustrato brevemente le fasi che hanno portato la Cooperativa all’accreditamento e convenzionamento con l’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari per le attività del Centro di Prevenzione e Riabilitazione, ma ha anche informato sull’intenzione di creare una struttura con laboratori per l’abilitazione lavorativa di soggetti pluriminorati e di un’altra per attività varie, anche a carattere residenziale, come soggiorni e corsi di formazione e autonomia.
Intanto nella sede della Cooperativa verranno effettuati alcuni cambiamenti strutturali: ci sarà una riqualificazione della sala polivalente, che accoglierà nuovi uffici, per adeguare gli spazi secondo i criteri richiesti dal convenzionamento con l’Azienda Sanitaria.
(G.T.)